martedì 13 dicembre 2016

L'immondezzaio della Storia


«Signore, perdonali, perchè non sanno quello che fanno». Il versetto evangelico, ai piedi di questa croce conservata dal 1995 nel cortile del Monastero Novospasskij di Mosca, fu voluto da Elizabeta Fёdorovna (sorella della moglie di Nicola II) per commemorare la morte del marito (1905), il Granduca Sergej Aleksandrovič. Questa croce, in realtà, è una riproduzione dell’originale (effettuata dai disegni originali ritrovati per caso nella casa-museo del pittore Viktor Vasnetsov) che si trovava nel cortile del Cremlino, nel luogo esatto in cui avvenne l’attentato terroristico in cui morì il Granduca, allora Governatore di Mosca. La croce fu distrutta e rimossa nel 1918 per ordine di Lenin, che vi aveva inciampato durante i festeggiamenti del Primo Maggio, al grido di “Via! All’immondezzaio della storia!”.